La Divisa Indecorosa

Chiariamo definitivamente questa storia del Ministro e la divisa in tre semplici punti.

1. Il reato di Usurpazione di Titoli o Onori è stato depenalizzato nel 1999. Questo però non significa che chiunque possa indossare in pubblico la divisa dei carabinieri o l’abito talare. La condotta è ancora perfettamente ILLECITA.

Difatti, ai sensi dell’art. 498 del codice penale italiano “Chiunque […] ABUSIVAMENTE porta in pubblico la DIVISA o i segni distintivi di un ufficio o impiego pubblico, o di un corpo politico, amministrativo o giudiziario […] ovvero indossa abusivamente in pubblico l’abito ecclesiastico, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 154 euro a 929 euro”.

2. TUTTAVIA, la Cassazione ha chiarito che l’art. 498 tutela la PUBBLICA FEDE, per cui, per la configurazione dell’illecito, non è sufficiente che il soggetto agente porti la divisa, ma è NECESSARIO che, indossando quella divisa, intenda attribuirsi una qualifica che non gli compete.

3. Resta tuttavia il fatto che dal punto di vista MORALE e POLITICO è a dir poco SCANDALOSO che un Ministro indossi una divisa delle forze dell’ordine per FARE UN COMIZIO POLITICO – no, Renzi non l’ha mai fatto; no, il Ministro dell’Interno non è il capo delle forze armate e non ha nessun titolo per farlo.

Cialtroni
❤️

Roma A. D. 2019

La divisa appartiene alla Nazione.
Non può diventare il simbolo di un partito.

Autore: Guido Saraceni

Professore di Filosofia del Diritto e di Informatica Giuridica, Facoltà di Giurisprudenza, Università degli Studi di Teramo - In viaggio.

5 pensieri riguardo “La Divisa Indecorosa”

  1. Posso essere d’accordo che sia scandaloso dal punto di vista morale ma dal punto di vista politico mi sembra alquanto difficile. Dai tempi del Guicciardini in poi nessun politico è mai riuscito a scandalizzare gli Italiani

    Mi piace

    1. Non mi risulta. Basta fare un rapido giro in rete per leggere commenti indignati. Le suggerisco di controllare la mia pagina pubblica su Facebook, potrà così constatare che gli italiani sono fortunatamente ancora in grado di indignarsi, giudicando il portato “politico”, non solo quello morale, di un comportamento – sebbene sia passato molto tempo dalla fondazione della filosofia politica ad opera di autori del calibro di Hobbes, Machiavelli o Guicciardini -,

      Mi piace

      1. Se questa indignazione “da bar” non avesse anche un fondamentale peso politico, noi, a quest’ora, avremmo un altro governo – per non parlare del valore che i social network hanno assunto, in tutto il mondo, per l’organizzazione di importanti e sicuramente incisivi movimenti di protesta.

        Mi piace

  2. Mi correggo. Lei ha ragione; l’indignazione da tastiera ha avuto un notevole peso politico , infatti ha portato al governo in Italia il M5s con il ministro in divisa da carabiniere. e negli Usa il nostro amico Trump

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...